Verona

Mauro Magagna, città in lutto per il noto fotografo e arrampicatore

Mauro Magagna, città in lutto per il noto fotografo e arrampicatore
Verona Città, 10 Febbraio 2020 ore 14:59

Mauro Magagna, città in lutto per il noto fotografo e arrampicatore.

Mauro Magagna, città in lutto

Mauro Magagna, 55enne un arrampicatore di Verona veramente noto nel Veneto ma non solo, lui era un fotografo, un grafico e non solo. Verona non riesce a darsi pace per la perdita di un uomo molto meticoloso, che amava l’arte, la vita all’aria aperta e riuscire a immortalare la vita nelle sue fotografie. Mauro è morto sabato 8 febbraio 2020, nella falesia veronese di Ceredo precipitando da una altezza di 15 metri durante la calata dal tiro appena percorso. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio, ma da quello che si è potuto ricostruire, sembra che si sia trattato di una serie di concomitanze sfortunate di difficile realizzazione.

LEGGI ANCHE: Morte di Mauro Magagna, la possibile dinamica dell’incidente

Fissata la data per l’ultimo saluto

Mercoledì 12 febbraio 2020 si potrà dare l’ultimo saluto a Mauro Magagna dalle 14 nella Sala del Commiato al cimitero Monumentale di Verona, si proseguirà poi con la cremazione.

Numerose le persone che hanno avuto modo di conoscere Mauro e che hanno deciso di lasciargli un ultimo messaggio di ringraziamento sul suo profilo Facebook:

“Ciao Mauro… mi sembra ancora impossibile… voglio ricordarti felice nel cercare di insegnarci la tua arte e il tuo modo visionario di vedere il mondo…”

Si può leggere ancora:

“Voglio ricordarti felice di accompagnarci nelle uscite pur se ti facevamo dannare…
Già ad oggi non riuscivo a passare davanti al”Portone” senza dedicarti un pensiero ed un sorriso…
Nulla qui adesso sarà più come prima senza di te ma tu continua a scattare da lassù e se puoi mandaci qualche dritta come solo tu sapevi fare…
Buon viaggio Maestro…
Mi mancherai”
Era inoltre amato nel web, come si può leggere in questo messaggio:
“Ciao Gugouts, prima o poi ci reincontreremo su qualche server… e probabilmente quando arriveremo ci ownerai tutti. Sei stato player, primo fotografo ufficiale e Coach del primo team di esports campione d’ Italia, ancora oggi imbattuti e dei primi ‘influencers’ del web nel lontano 99, quando ancora nessuno capiva, ma il livello di competizione era superiore a quello di oggi… our 2 cents in history… . What we will become? R.I.P.”
Messaggi toccanti e ricchi d’amore per Mauro:

“Non riesco a credere che una simile sfortuna/disattenzione o qualsiasi cosa sia accaduta, ti abbia portato via…tu che hai affrontato e vinto momenti a dir poco insuperabili, con la tua energia, la tua eccentricità, la tua creatività e la tua originalità…sempre e comunque con una vitalità invidiabile…buon viaggio amico, collega, compagno sportivo e quant’altro abbiamo vissuto insieme”.

Torna alla home

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve