Cronaca
Verona

Nuova illuminazione nei Musei Civici per valorizzare meglio le opere

Tutta l’illuminazione verrà ristudiata per eliminare i punti bui

Nuova illuminazione nei Musei Civici per valorizzare meglio le opere
Cronaca Verona Città, 28 Febbraio 2020 ore 15:46

Nuova illuminazione entro la fine dell'anno.

Nuova illuminazione nei Musei Civici per valorizzare meglio le opere

I musei civici si vestono di nuova luce. Pronto lo studio che rivede tutta l’illuminazione interna di Castelvecchio, Galleria d’Arte Moderna, Gran Guardia, Museo lapidario Maffeiano e Museo Archeologico al Teatro Romano. Un intervento che permetterà di valorizzare gli spazi espositivi e le opere, di rendere più attrattivi i musei e allo stesso tempo di risparmiare. Solo sostituendo i faretti con i led ci saranno meno coni d’ombra e riflessi, le sale assumeranno un altro aspetto e i consumi di energia diminuiranno notevolmente. Ma i lavori comporteranno un cambio complessivo, tanto che verrà rivisto l’intero impianto e il posizionamento di ogni punto luce, dalle lampade a stelo ai tubi fluorescenti. Il tutto per mettere in risalto il patrimonio artistico veronese.

LEGGI ANCHECamino incendia il tetto di una carrozzeria a San Giovanni Lupatoto VIDEO

LEGGI ANCHETurismo in crisi da Coronavirus, Zaia: “Se il Veneto va in recessione, l’Italia fallisce”

L'inizio dei lavori

I lavori, che partiranno entro il 15 settembre 2020, sono possibili grazie al contributo di 250 mila euro stanziato dal Ministero dell’Interno, con il decreto dello scorso 14 gennaio 2020, per l’efficientamento e il risparmio energetico degli edifici pubblici. L’amministrazione, dopo aver scelto di destinare l’intera somma al miglioramento dei musei civici, ha già previsto un emendamento affinchè gli importi siano inseriti nel Bilancio triennale di previsione, già all’esame dell’aula consiliare. Nei prossimi mesi saranno presentati il progetto definitivo e quello esecutivo, per consentire l’inizio dei lavori a metà settembre, data prevista dallo stesso decreto ministeriale. Entro la fine dell’anno quindi saranno già visibili i primi risultati.

Luca Zanotto, l’assessore con delega ai Lavori pubblici, stamattina venerdì 28 febbraio 2020 in municipio ha affermato:

“I musei potranno essere visti sotto un’altra luce, nel vero senso della parola, e saranno d’impatto anche per chi ha già visitato le nostre esposizioni. Tutta l’illuminazione, infatti, verrà ristudiata e, grazie alle nuove tecnologie che sostituiranno quelle ormai obsolete, gli spazi espositivi acquisteranno maggior valore e ogni opera verrà valorizzata. Inoltre si ridurranno i consumi e il Comune avrà un bel risparmio”.

Torna alla home