Verona

Nuova ordinanza Sboarina: divieti di accesso in alcune piazze e uso delle panchine

Per chi non rispetta l’ordinanza è prevista la sanzione che va da 400 a mille euro

Nuova ordinanza Sboarina: divieti di accesso in alcune piazze e uso delle panchine
Verona Città, 23 Ottobre 2020 ore 16:28

I nuovi provvedimenti in vigore dalle 24.

Ordinanza suddivisa in tre blocchi

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha firmato la nuova ordinanza oggi, venerdì 23 ottobre 2020 che entrerà in vigore dalle 24 e sarà valida fino al 13 novembre 2020 salvo modifiche o provvedimenti da parte del Governo o della Regione. Si tratta di provvedimenti in concerto con il Comitato dell’Ordine Pubblico e il Prefetto. L’ordinanza è divisa in tre blocchi: il primo riguarda i luoghi dove vige il divieto di assembramento, di aggregazione e quindi si tratta di aree interdette ai pedoni. Il secondo delimita le aree dove i pedoni possono passare ma dove non possono stazionare. Il terzo indica la regolamentazione dei mercati e dei centri commerciali.

Aree vietate ai pedoni

Nell’ordinanza sono indicate tutte le aree interdette ai pedoni che sono:

  • Giardini Di Riva San Lorenzo: tutti i giorni dalle 16 alle 6;
  • Parco Giochi Via Cesare Abba: tutti i giorni dalle 16 alle 6;
  • Piazza di Castelvecchio: tutti i giorni h/24, eccetto coloro che vanno a casa quindi chi raggiunge i numeri civici della piazza e per coloro che sono in attesa dell’autobus e sono in fermata.

Le aree in cui è vietato lo stazionamento sono:

  • Scalinata Palazzo Gran Guardia: tutti i giorni, h/24;
  • Piazzetta Municipio e Via degli Alpini comprese le scalinate Palazzo Barbieri: tutti i giorni, h/24;
  • Ex Arsenale: giardini Sandro Pertini, Piazza Sacco e Vanzetti (comprensivo vasca): tutti i giorni dalle 16 alle 6;
  • Piazza San Nicolò e l’area antistante chiesa: tutti i giorni dalle 16 alle 6 (tranne per coloro che si recano in chiesa);
  • Piazza Pasque Veronesi: tutti i giorni h/24;
  • Alzaie fiume Adige: tutti i giorni, h/24 (si può solo passare, possibilità di fare jogging e corsa);
  • Giardini via Volturno: tutti i giorni dalle 16 alle 6;
  • Area parcheggi via Bassetti: tutti i giorni h/24;
  • Piazza del Popolo: tutti i giorni, dalle 18 alle 6

E’ invece vietato usare le panchine:

  • Piazza Libero Vinco: dal lunedì al sabato, h/24;
  • Piazza Cittadella: tutti i giorni dalle 16 alle 6:
  • Piazza Pradaval: tutti i gironi dalle 18 alle 6

Centri commerciali e mercati

Il mercato è un luogo che genera un forte assembramento, per i mercati si distinguono quelli rionali e i due mercati più grandi del sabato allo Stadio e il martedì a Borgo Venezia. Per tutti è previsto da martedì 27 ottobre 2020, con il primo mercato, la limitazione di ogni singolo banco con fettuccine con ingresso e uscita, la sanificazione ogni volta si entra nell’area di banco e il distanziamento con la determinazione della presenza massima davanti al banco in base alla lunghezza dello stesso. Il sindaco ha spiegato:

“La sanificazione è obbligatoria in ogni caso, maggior ragione ‘dove se ruma’, come diciamo noi quindi dove si rovista nell’abbigliamento. C’è il divieto di vendita della merce usata. Per i mercati dello Stadio ci saranno 10 steward e 7 in Borgo Venezia con funzioni in modo dinamico di controllare continuamente e verificare il rispetto dei distanziamenti, l’accesso ai banchi. Sarà un presidio assieme alla Polizia Locale rafforzata”

Per i centri commerciali invece il sindaco ha spiegato:

“Abbiamo parlato con i responsabili dei centri commerciali per invitare/intimare di fare i controlli. Abbiamo suggerito loro di assumere degli steward e di fare tutto quanto è nelle possibilità e di più per evitare che si creino assembramenti, faremo controlli nei week end. Invito i cittadini a frequentare in modo diluito il centro commerciale, evitando gli orari di punta.

Divieto di consumare bevande al di fuori dei bar

L’ordinanza prevede inoltre divieto di consumare bevande in piedi al di fuori dei locali dalle 18 in poi inoltre nei bar si può rimanere solo seduti fino alle 24. Sboarina ha spiegato:

“Verranno fatti dei controlli e delle verifiche e se si trova anche una persona da sola che beve al di fuori dal bar dopo le 18 verrà sanzionata. Questi dell’ordinanza sono tutti interventi necessari per poter fare dei piccoli sacrifici adesso per evitare di doverne fare di maggiori dopo. Vi ricordo l’importanza dell’uso della mascherina, del distanziamento e dell’igienizzazione delle mani. Purtroppo negli ultimi 10 giorni i casi sono aumentati e dobbiamo cercare di limitare i contagi. E’ attraverso i piccoli sacrifici che ognuno di noi può fare in modo di limitare il contagio. Dobbiamo preservare la salute ma anche le attività economiche che stanno soffrendo”.

Non mancheranno le sanzioni

L’assessore con delega alla Sicurezza Daniele Polato ha concluso:

“Siamo in una fase in cui dobbiamo salvarci dai provvedimenti più restrittivi. Non ho dubbi che i veronesi rispetteranno in modo responsabile queste indicazioni contenute nell’ordinanza del sindaco che ringrazio. Devo dire che il sindaco si è immediatamente assunto la responsabilità politica e amministrativa di creare un’ordinanza così importante. Vi ricordo che le fasi sono tre: interdizione totale ai pedoni in alcune zone, divieto di stazionamento e divieto dell’utilizzo delle panchine. Ricordo che, per chi non rispetta l’ordinanza è prevista la sanzione che va da 400 a mille euro”.

LEGGI ANCHE: In provincia di Verona 266 nuovi casi Covid

TI POTREBBE INTERESSARE: Covid, Zaia: “Siamo in fase arancione con 600 ricoverati”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità