Peggiora la situazione

Oltre 400 positivi in un mese e 3 classi in quarantena a Bovolone, Mirandola: “Valutiamo restrizioni”

In queste ore il primo cittadino si sta confrontando con l'Ulss e la Prefettura.

Oltre 400 positivi in un mese e 3 classi in quarantena a Bovolone, Mirandola: “Valutiamo restrizioni”
Legnago e bassa, 20 Novembre 2020 ore 18:48

Peggiora la situazione a Bovolone.

Tre classi in quarantena

Il sindaco di Bovolone, Emilietto Mirandola, ha comunicato ai concittadini che la situazione Coronavirus all’interno del paese sta peggiorando. Attraverso un post sui social ha spiegato:

“Care concittadine e concittadini nell’ultimo mese si sono registrati più di 400 casi positivi a Bovolone il numero più alto della provincia dopo Verona, risultano anche 3 classi in quarantena, primato non certo invidiabile”.

A presto provvedimenti

Mirandola ha inoltre palesato la preoccupazione dell’Ulss e anche dell’ospedale:

“La preoccupazione dell’ULSS, dei medici di base, dell’Ospedale di Legnago e della Prefettura, che si sono fatti sentire nelle ultime ore, porta l’Amministrazione a dover prendere dei provvedimenti restrittivi che stiamo valutando supportati dalla stessa ULSS e Prefettura. Bovolone non può essere una città di irresponsabili ma dobbiamo tutti farci una coscienza che non si può scherzare in questo momento , ne va della salute di tutti, ci sono delle regole da rispettare e questa volta purtroppo dovremo essere duri e farle rispettare. Auspicando che questi dati possano farvi riflettere e confidando nel Vostro BUON SENSO”.

LEGGI ANCHE: Covid, Zaia: “Rt diminuito, per noi restiamo zona gialla | +3468 positivi | Dati 20 novembre 2020

TI POTREBBE INTERESSARE: Covid, Crisanti contro l’OMS: “Non è stato all’altezza, ignorati gli allarmi di Taiwan”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità