Verona

Presidio in Piazza Bra degli addetti delle imprese di pulizia: “Contratto nazionale adesso!” FOTO

Svolgono un ruolo ritenuto essenziale per il contenimento del contagio.

Presidio in Piazza Bra degli addetti delle imprese di pulizia: “Contratto nazionale adesso!” FOTO
Verona Città, 13 Novembre 2020 ore 16:20

Per oggi, venerdì 13 novembre 2020 è stato proclamato lo sciopero dei lavoratori degli addetti del comparto delle imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi.

Presidio a Verona

La mobilitazione nazionale indetta dai sindacati Nazionali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, segue le iniziative territoriali delle ultime settimane e la grande manifestazione del 21 ottobre 2020, in risposta all’indisponibilità delle associazioni datoriali e delle imprese del settore a rinnovare il contratto collettivo nazionale scaduto da oltre 7 anni. Dalle 10.30 alle 11.30, davanti a Palazzo Barbieri erano presenti Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, nel rispetto delle regole, in rappresentanza e a sostegno dei “lavoratori invisibili”. Secchi, moci e scope sono stati i protagonisti del presidio, Andrea Lovisetto segretrario Filcams Verona ha affermato:

“Invece di portare le persone, anche al fine di evitare assembramenti anche nel rispetto delle regole, abbiamo portato gli strumenti di lavoro delle dipendenti. E’ un presidio simbolico che da una parte vuole evitare l’aggregazione delle persone e dall’altra evidenziare come queste lavoratrici e lavoratori vengono considerate dalle imprese. Sono 7 anni senza rinnovo contrattuale e nessuna intenzione di sedersi al tavolo della trattativa, è inaccettabile“.

Un ruolo essenziale

Lovisetto ha proseguito:

“Le lavoratrici e i lavoratori dei servizi in appalto di pulizia e sanificazione, svolgono un ruolo ritenuto essenziale per il contenimento del contagio nei presidi ospedalieri, nelle Rsa, nelle case di cura, nelle scuole, nelle università, nei tribunali, nelle fabbriche e negli uffici pubblici e privati, esponendosi in prima linea per garantire l’accessibilità dei luoghi che senza la loro opera, non sarebbe possibile. L’emergenza pandemica ha evidenziato l’importanza del ruolo di questi lavoratori, ma che non ha trovato risposta nel giusto riconoscimento del lavoro prestato e di maggiori diritti e tutele con il rinnovo del contratto nazionale”.

LEGGI ANCHE: Sboarina: “La parte della città antica sarà presidiata, vietate le passeggiate”

TI POTREBBE INTERESSARE: Ordinanza anti assembramento: 37 sanzioni a Verona

10 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità