Verona

Traffico cittadino in aumento. Zanotto: “Non vanifichiamo tutti gli sforzi fatti”

Questo non è il momento di allentare, anche in relazione agli spostamenti in auto

Traffico cittadino in aumento. Zanotto: “Non vanifichiamo tutti gli sforzi fatti”
Verona Città, 01 Aprile 2020 ore 18:11

L’appello dell’assessore Zanotto, numerosi gli sforzi per limitare il contagio, non arrendiamoci.

I dati del traffico

La Centrale operativa comunale del Traffico che, in questi giorni di limitazioni, rileva i flussi prendendo a campione la situazione di via Torbido, ha registrato un aumento di traffico nelle giornate di lunedì e martedì, rispetto alla settimana scorsa. Si tratta del campione più rappresentativo rispetto ai flussi di traffico cittadino in ingresso verso la città. Ne consegue un aumento generalizzato di veicoli in tutte le principali arterie. Lunedì 30 marzo 2020 i veicoli in entrata in città registrati su via Torbido sono stati 4640, martedì 31 marzo 2020, 4742. Il minimo storico si è registrato nella giornata di giovedì 26 marzo 2020, con solo 4492 veicoli rilevati su via Torbido nelle 24 ore.

Non è il momento di mollare

L’assessore Luca Zanotto durante il punto stampa in streaming ha analizzato i dati:

“Questo non è il momento di allentare, anche in relazione agli spostamenti in auto. Purtroppo, i primi due giorni della settimana registrano un rialzo del traffico veicolare, dopo il minimo storico raggiunto nella settimana scorsa. I provvedimenti messi in campo, dalle ordinanze sindacali ai decreti, vanno rispettati con rigore, per non vanificare gli sforzi e i sacrifici di tutta la comunità. Il minimo scostamento in aumento rispetto al traffico, ci impone di ricordare che per Verona questa settimana è cruciale per il picco dei contagi da Covid-19 e che bisogna assolutamente continuare a mantenere le abitudini adottate fino ad ora, ovvero muoversi il meno possibile e solo per esigenze di lavoro e reale necessità. Qualche lavoratore in più che circola sul territorio comunale può esserci, potrebbe essere l’effetto del decreto del 26 marzo che aggiornava la lista delle attività produttive aperte. Ma l’attenzione deve rimanere altissima, ricordo che il principale atto di prevenzione rispetto a questa pandemia è quello di restare a casa, non possiamo permetterci di mollare in questa fase così delicata e determinante per il contrasto del virus”.

Nuovi parcheggi gratis per il personale sanitario

Il parcheggio multipiano De Lellis, adiacente all’ospedale di Borgo Trento, ha messo a disposizione ulteriori 20 posti auto gratuiti per il personale medico e sanitario che si trova in prima linea nell’affrontare l’emergenza legata al Coronavirus. I nuovi parcheggi si aggiungono ai 50 già disponibili dalla settimana scorsa, usufruibili sempre gratuitamente dal personale sanitario. Una scelta, quella di Saba Italia, l’azienda che gestisce il park cittadino, in risposta alla sollecitazione dell’assessore al Traffico, a cui l’Azienda ospedaliera aveva segnalato la necessità. L’aggiunta di nuovi parcheggi gratuiti va nella direzione di gestire nel migliore dei modi anche la turnazione di medici e infermieri, a due passi dalla struttura ospedaliera. “Al parcheggio multipiano di Borgo Trento ora sono 70 i posti auto gratuiti riservati al personale sanitario – commenta l’assessore -. Cerchiamo, insieme ai privati, di agevolare i lavoratori in prima linea nelle strutture ospedaliere, se non altro in relazione agli spostamenti. Ringrazio Saba Italia per la disponibilità dimostrata”.

LEGGI ANCHE: Emergenza Coronavirus, Lorenzetti: “Padiglione A della casa di riposo tutto positivo”

LEGGI ANCHE: Ezio Bonfante è morto, medico che ha aiutato chiunque avesse bisogno

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità