Scuola
Verona

"La mia spesa felice", istruire i ragazzi a un consumo più attento

Il progetto è rivolto alla scuola secondaria di primo grado

"La mia spesa felice", istruire i ragazzi a un consumo più attento
Scuola Verona Città, 19 Febbraio 2020 ore 16:06

"La mia spesa felice", il progetto per istruire i giovani.

"La mia spesa felice", istruire i ragazzi a un consumo più attento

Nella mattina di oggi, mercoledì 19 febbraio 2020, il presidente Amia, Bruno Tacchella ha presentato "La mia spesa felice", il progetto all'insegna della sostenibilità ambientale, del consumo responsabile e della solidarietà. CSono stati coinvolti centinaia di alunni veronesi partnership con il Banco Alimentare Veneto Onlus.

Il presidente ha affermato:

"Ad oggi sono una decina le scuole e quasi 500 gli alunni coinvolti in 'La mia Spesa felice' ed altre adesioni previste nei prossimi mesi. Siamo lieti di aver collaborato con il Banco Alimentare Veneto in un progetto che sarà di aiuto a tante persone in difficoltà, trasmettendo ai più giovani e alle loro famiglie l’importanza dell’impegno sociale. Da sempre Amia cerca di diffondere con azioni come queste la consapevolezza del forte legame esistente tra sostenibilità e rispetto per l’ambiente e solidarietà".

LEGGI ANCHE: Achille Lauro accusato sul web, lo difende il padre: “Non è un drogato ”

LEGGI ANCHE: Benji e Fede, ultimo concerto a Verona poi si scioglieranno

Il progetto

Sì tratta del percorso didattico che ha come obiettivo il voler istruire i ragazzi ad un consumo più attento e responsabile. La prima fase prevede una formazione in classe per poi mettere in pratica quanto appreso all’interno di un supermercato: dato un budget e una lista della spesa, sarà vincitore chi commetterà meno errori nell’acquistare una spesa sostenibile e riuscirà ad acquistare meno imballaggi. L'obiettivoè accompagnare i ragazzi nel realizzare una spesa:

- più ecologica, cioè attenta alla riduzione dei rifiuti.
- più consapevole, cioè rispettosa dell’ambiente, delle stagioni, del territorio.

Obiettivi di apprendimento

  • far comprendere il ciclo del rifiuto;
  • far comprendere l’utilizzo degli imballaggi;
  • far comprendere la gestione degli imballaggi ed il loro impatto ambientale;
  • far acquisire il concetto di spesa sostenibile;
  • far conoscere il ciclo di vendita dei prodotti nella grande distribuzione;
  • far comprendere come l’azione individuale concorre al benessere della collettività.

Il progetto è rivolto alla scuola secondaria di primo grado, in particolare alle classi prime e seconde.

Torna alla home