Tempo libero
Verona

Si torna a correre con la Verona Marathon: 20esima edizione con percorso green

Circa 7 mila gli iscritti alle diverse gare e importanti novità per una manifestazione che si preannuncia green e a misura di città.

Si torna a correre con la Verona Marathon: 20esima edizione con percorso green
Tempo libero Verona Città, 17 Novembre 2021 ore 10:32

Verona torna a correre e lo fa, dopo due anni di stop, con la 20esima edizione della Verona Marathon, in programma domenica 21 novembre 2021 con i tre percorsi da 41,195 km, 21,097 e 10 km.

Si torna a correre con la Verona Marathon

Non sarà l’edizione più numerosa della Verona Marathon, ma di certo segna la rinascita delle competizioni sportive di livello internazionale. Circa 7 mila gli iscritti alle diverse gare e importanti novità per una manifestazione che si preannuncia green e a misura di città.
Anzitutto il percorso, che è stato studiato per un perimetro che, a differenza del passato, limita la chiusura del centro abitato, con la possibilità di ben quattro varchi in cui è possibile uscire in caso emergenze.
Poi l’elemento green. Dei complessivi 21 km di tracciato, ben 13 saranno infatti su pista ciclabile e lungo i lungadige cittadini.

Ieri è stato l’ultimo giorno di iscrizioni online, tutti esauriti i pettorali e le magliette disponibili, che si potranno ritirare venerdì e sabato al pala Expo in zona Stadio, domenica in piazza Cittadella solo per i non residenti a Verona.

20 anni della manifestazione

L’evento è stato presentato in sala Arazzi dal vice sindaco Luca Zanotto e dall’assessore allo Sport Filippo Rando. Presenti il presidente di Gaac 2007 Verona Marathon Asd Stefano Stanzial, il presidente Onorario di Gaac 2007 Verona Marathon Natale Callipari, nonché ideatore 20 anni fa della maratona, Francesca Vanzo del CdA di Agsm-Aim, per gli sponsor Alessandro Chiarini del Pastificio Avesani, Vito Zorzi di AironeGifts, oltre a Daniela Marusa di Fidal Veneto.

“Festeggiamo i 20 anni della manifestazione con il ritorno in pista dopo lo stop causato dal Covid – ha detto il vice sindaco-. Quest’anno il percorso è particolarmente green, lungo le piste ciclabili cittadine e i numerosi lungadige che contraddistinguono la nostra città. Un’occasione per ammirarne le bellezze, non solo del centro storico. L’invito ai veronesi è di sostenere gli atleti lasciando a casa le auto e recandosi alle transenne a fare il tifo”.

“Ancora una prova della grande capacità organizzativa di Verona, che è tornata a primeggiare in tutte le discipline sportive – ha aggiunto Rando-. Manifestazioni di questa portata sono possibili solo con la collaborazione di tutti, perciò il ringraziamento va a tutti coloro che rendono possibili giornate come questa, e in particolari i numerosi volontari”.

Le gare

Al via questa domenica 21 novembre ben tre competizioni podistiche che coinvolgeranno oltre 5mila persone provenienti da tutta Italia e da tante nazioni europee. Si correrà in piena sicurezza sanitaria nel rispetto dei protocolli governativi e delle regolamentazioni della Federazione Italiana di Atletica Leggera che prevede in primis l’obbligo del Green Pass da parte di tutti i partecipanti oltre che il distanziamento e l’uso della mascherina per i primi 500 metri di gara, nonché appena tagliato il traguardo. Si correranno quindi la 20esima Hoka Verona Marathon, gara internazionale dal percorso certificato 42,195 km, inserita nei calendari di World Athletics, la federazione mondiale, e di Aims, l’Associazione Mondiale delle Corse Su Strada, oltre che Fidal, la 7ima Zero Wind Cangrande Half Marathon (21,097km) e la Avesani Last 10k che si potrà correre sia in versione competitiva che non competitiva. Attesi in maratona i migliori maratoneti veneti a caccia del titolo di Campione Regionale Fidal Veneto Veneto categorie Assoluti, Promesse e Master.

Il percorso di mezza maratona

Il 30 agosto 2017 la Commissione Nazionale italiana per l’UNESCO decise di concedere il proprio patrocinio alla Maratona di Verona, considerando che essa si corre nel centro storico della città, iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 30 novembre 2000. Due giri identici da 21,097 km per i maratoneti che saranno affiancati dagli iscritti alla mezza maratona che faranno un solo giro. Gara Silver Label Fidal e Aims e percorso misurato e certificato.

Partenza ed arrivo dall’Arena, sul Liston in Piazza Bra da dove il percorso sfila dal centro città verso Porta Nuova, per poi procedere in zona procede in direzione Castelvecchio (KM 3). Successivamente al km. 4 si incontra la storica Chiesa di San Zeno e all’altezza del 5 km si incontra Porta Palio, da qui il percorso sfila velocemente lungo il Canale Camuzzoni fino al 9 km circa, dove si incontra la Diga del Chievo da cui i podisti attraversano l’Adige. Da qui correranno per 2km quasi a toccare l’abitato di Parona per poi iniziare il ritorno verso il centro storico. In questa fase della gara sul Lungadige Attiraglio, Lungadige Cangrande e Lungadige Campagnola i runner possono approfittare per dare gas trattandosi di un tratto pianeggiante che li accompagnerà fino al km 18. Dalle rive dell’Adige, gli atleti avranno una veduta privilegiata dei monumenti della città, come la Torre dei Lamberti e il Museo di Castelvecchio prima di attraversare l’Adige sul ponte Garibaldi.

Si entra nel centro storico, l’ultimo tratto è quello più spettacolare, si attraversa Piazza Erbe, dalla quale è possibile ammirare da vicino la Torre dei Lamberti, coi suoi 84 metri, è ad oggi l'edificio più alto della città di Verona ed ospita le due campane, il Rengo, usata per richiamare il popolo a raccolta in caso di pericoli, e la Marangona, per scandire la vita quotidiana. Si costeggia la Basilica di Sant’Anastasia e Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona prima di ammirare e costeggiare l’Arena, il più grande anfiteatro romano ancora in uso, attivo da 1991 anni. Gli iscritti alla Cangrande Half Marathon termineranno le proprie fatiche mentre i maratoneti, acclamati dal pubblico disposto lungo il “Liston” inizieranno il secondo giro. I riferimenti per il secondo giro sono km 22 per Porta Nuova, Km 25 a San Zeno, Km 26 Porta Palio, Km 30 Diga del Chievo, Km 35 Lungadige Attiraglio, Km 40 sul Ponte Garibaldi e 42,195 finish line sul Liston, di fianco all’Arena.

Il percorso della Avesani Last 10k

Disponibile in versione competitiva e non competitiva, quindi senza obbligo di tesseramento e certificato medico, la Avesani Last 10k è dunque anche per camminatori, famiglie e bambini che avranno così la possibilità di vivere la città al passo lento e in pura libertà. Partenza da Piazza Bra dalla quale subito dopo si incontra Porta Nuova, per poi procedere in direzione Castelvecchio (Km 3), al km 4 il percorso della 10 km si separa da quello di maratona e mezza e andrà ad attraversare l’Adige dal Ponte Catena per condurre gli atleti al km 5. Si segue il Lungadige Cangrande dal quale gli atleti avranno una veduta privilegiata dei monumenti della città, con in lontananza la Torre dei Lamberti e il Museo di Castelvecchio prima di attraversare l’Adige sul ponte Garibaldi. Gli ultimi due km coincidono con quelli di maratona e mezza maratona.

La medaglia

Come da tradizione, la medaglia commemorativa dell’evento racconta un pezzo della storia di Verona. Quella realizzata per gli eventi del prossimo 21 novembre è un capolavoro frutto di un progetto realizzato da ABW Architetti Associati in collaborazione con GiuliettaVerona. Un oggetto color argento con il cordino rosso, giallo o arancio che tradizionalmente sono associati rispettivamente alla Verona Marathon, Zero Wind Cangrande Half Marathon e Avesani Last 10k. La trama molto fine rappresenta le Arche Scaligere, uno dei siti più suggestivi della città.

Il progetto Archeorunning

Per tantissimi atleti, la partecipazione ad una manifestazione podistica è anche l’occasione per un viaggio alla scoperta di una città e per vivere un weekend culturale insieme magari agli amici o la famiglia. Il binomio runner e cultura è perfettamente sposato in una città che abbonda di storia e di arte come Verona e da ArcheoRunning, il progetto della guida turistica-preparatrice atletica Isabella Calidonna, storico dell’arte, tecnico FIDAL, preparatore fisico Coni, guida turistica abilitata su territorio nazionale, guida didattico-museale per persone con deficit visivo e problemi dello spettro autistico. che invita ad addentrarsi nella cultura di una città praticando jogging. In occasione della Hoka Verona Marathon, Zero Wind Cangrande Half Marathon e Avesani Last 10k, sarà possibile prenotare il tour ArcheoRunning e, praticando jogging, attraversare i luoghi più rappresentativi di Verona scoprendone storie e aneddoti. Si potrà partecipare da venerdì 19 a lunedì 22 novembre, prenotando la propria visita della durata di 1.30/2 ore.

Iscrizioni

Aperte sul sito per gli ultimi pettorali disponibili. Quote agevolate per le società che iscrivano un minimo di 10 atleti e rimborso viaggio in base alla regione di provenienza. E’ possibile prenotare la visita guidata della città con ArcheoRunning, una proposta dello storico dell’arte e tecnico Fidal Isabella Calidonna.