Menu
Cerca
Verona

Corazzari: “Appoggio la richiesta di capienza a 6000 spettatori e durata spettacoli alle 24 in Arena”

Aprendo le porte a più persone e aumentando la fascia oraria degli spettacoli, inoltre, l’Arena diventerà un importante simbolo di rinascita.

Corazzari: “Appoggio la richiesta di capienza a 6000 spettatori e durata spettacoli alle 24 in Arena”
Attualità Verona Città, 05 Maggio 2021 ore 14:32

L’Arena è il più grande teatro all’aperto al mondo, unico nel suo genere e il 19 giugno ci sarà la prima dell’Arena Opera Festival, servono al più presto delle linee guida definitive per confermare il calendario.

Corazzari appoggio la richiesta di Sboarina

L’assessore regionale alla Cultura Cristiano Corazzari approva l’appello per estendere all'Arena di Verona la capienza a 6000 spettatori e la durata degli spettacoli fino alle 24 lanciato al Governo oggi, mercoledì 5 maggio, dal sindaco e presidente della Fondazione Arena, Federico Sboarina, assieme a Gianmarco Mazzi, amministratore delegato della società Arena di Verona s.r.l. e direttore artistico per i concerti "live" e gli eventi televisivi all'Arena. Corazzari afferma:

“E’ una richiesta assolutamente in linea con la garanzia e tutela della sicurezza degli spettatori e la appoggio totalmente. In questo modo ridiamo ossigeno e vita all’Arena di Verona”.

Strada sostenibile e percorribile

L’Arena di Verona è una infrastruttura che può raggiungere una capienza fino a 15mila spettatori e che oggi, a causa delle limitazioni in vigore per il Covid-19, ne può ospitare non più di 1000. Una capienza che il sindaco Sboarina ha definito fin da subito inaccettabile, a fronte di una stagione areniana pronta a partire e di numerosi concerti già in cartellone. Il Comune di Verona assieme a Fondazione Arena e Arena di Verona srl, ha realizzato un protocollo di 50 pagine che permette di avere la presenza di 6 mila spettatori dal vivo, il doppio del 2020, pensato proprio sulla scorta dell’esperienza dell’ anno scorso e dei rigidi protocolli, per garantire la sicurezza di pubblico, artisti e maestranze. Corazzari ha concluso:

Si tratta di una strada sostenibile e percorribile che permette di strappare l’Arena da morte certa senza mettere a rischio la salute degli ospiti. Aprendo le porte a più persone e aumentando la fascia oraria degli spettacoli, inoltre, l’Arena diventerà un importante simbolo di rinascita per la città di Verona, fornendo peraltro un importante impulso al settore turistico”.