Verona

Allerta gialla meteo, Sboarina: “Rimane attivo il COC per l’emergenza”

Numerosi i sopralluoghi per capire l'entità dei danni in diverse zone della città.

Allerta gialla meteo, Sboarina: “Rimane attivo il COC per l’emergenza”
Verona Città, 09 Giugno 2020 ore 14:34

Da sabato la Provincia di Verona è vittima del maltempo e anche Verona non è stata risparmiata.

Numerosi interventi

Si parla nuovamente di maltempo durante la conferenza stampa di oggi, martedì 9 giugno 2020 a Verona dove il sindaco Federico Sboarina ha spiegato:

“Il maltempo è iniziato con l’evento della bomba d’acqua di sabato sera ed è proseguito anche ieri dalle 14 circa con un nubifragio torrenziale. L’evento atmosferico ha messo in grossa difficoltà parte della nostra città. Sono andato personalmente a Corso Portoni Borsari dove c’era stata l’anomalia dove si erano allagati bar e negozi nel fine settimana e ieri si è riusciti a far defluire l’acqua ed evitare allagamenti”.

LEGGI ANCHE: Impianto fognario: stanziati 300mila euro per Porta Borsari e 2 milioni di euro per Veronetta

Necessari gli interventi

Il sindaco ha proseguito:

“E’ proseguito il confronto con il presidente di Acque Veronesi, in circostanza degli ulteriori interventi che prevedono una spesa di 300mila euro per Portoni Borsari. Ci siamo confrontati più volte per capire in circostanza degli eventi straordinari dove sono cadute decine di millimetri d’acqua in poco tempo, come agire tempestivamente nel caso in cui si ripetano eventi di questo tipo che possono mettere in criticità la città”.

LEGGI ANCHE: Programmati dei nuovi interventi per far fronte alle bombe d’acqua a Verona

Allerta gialla anche oggi

Nonostante il sole, permane anche per oggi l’allerta gialla del meteo. A tal proposito Sboarina ha affermato:

Continuano ad arrivare comunicazioni dalla Protezione Civile che anche oggi siamo in allerta giallo. Bisogna ricorda che l’allerta giallo in situazioni di questo tipo ci impone di prepararci perché delle situazioni estreme si sono verificate anche in allerta gialla. Si tratta di eventi circoscritti. Il COC è rimasto attivo ancora dal provvedimento per il Covid-19 del 14 marzo 2020 e rimane attivo per l’allerta meteo. Questo significa avere la disponibilità delle squadre della Protezione Civile sul campo”.

Zaia ha richiesto lo stato di crisi

Il sindaco ha reso noto che il Governato Luca Zaia ha chiesto lo stato di crisi:

“Si attenderà il decreto del presidente del consiglio dei ministri, finalizzato alle richieste di risarcimento che dovessero arrivare. Invito i cittadini privati di fare foto e mantenere le fatture per la richiesta dei danni. Dai sopralluoghi è emerso che a corso Portoni Borsari e Veronetta, tante cantine si sono allagate e si è verificata una situazione particolare con criticità in Via 20 Settembre nella parte finale dal civico 80 in su, verso Porta Vescovo. Ho fatto intervenire subito l’assessore Padovani con i tecnici per capire la criticità. Ieri ho fatto un elenco degli interventi da effettuare da settembre in avanti, interventi che stanno aspettando da 50 anni ma evidentemente non possono aspettare ulteriormente”.

Massima attenzione

Il sindaco ha concluso:

“Ovviamente non possiamo sapere nello specifico dove colpirà la bomba d’acqua però possiamo agire immediatamente nelle zone dove si è abbattuta i giorni scorsi. Per esempio ieri appena abbiamo visto l’arrivo del temporale, abbiamo mandato la squadra di Acque Veronesi a Portoni Borsari che ha evitato che si verificassero sovraccarichi come sabato sera. In una situazione come quella in cui usciamo ci fa trovare pronti perché il COC è insediato, siamo operativi però dopo 3 mesi di difficoltà per altri motivi adesso che è il momento di ripartire, la gente inizia ad uscire e questi eventi mettono in difficoltà i cittadini e la ripresa”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità