Cronaca
Allarme in città

Bullismo, prosegue l’allarme baby gang a Verona: minorenni picchiati per avere i soldi

Spesso i genitori o i ragazzi non denunciano l’accaduto per timore di ritorsioni.

Bullismo, prosegue l’allarme baby gang a Verona: minorenni picchiati per avere i soldi
Cronaca Verona Città, 15 Settembre 2022 ore 12:12

Il fenomeno delle baby gang a Verona sta preoccupando i cittadini, l’ultimo episodio a Borgo Venezia.

Bullismo e violenza, prosegue l’allarme baby gang a Verona

Numerosi i giovanissimi che negli ultimi mesi hanno paura ad uscire e anche di andare a scuola a causa della presenza delle baby gang. Un fenomeno che preoccupa sempre di più i genitori e che vede la presenza di giovani (spesso minorenni) che aggrediscono verbalmente e fisicamente i loro coetanei per ottenere denaro o oggetti.

Talvolta questi bulli non hanno paura di nulla e aggrediscono anche i maggiorenni. Dopo i gravi episodi della baby gang composta da 16 ragazzi (di cui alcuni minorenni), che nel settembre del 2020 in due occasioni avevano rapinato e aggredito brutalmente due fattorini stranieri durante la consegna di alcune pizze, si sono susseguiti altri atti di violenza.

Martedì 3 maggio 2022 era stato preso di mira un ragazzo straniero che stava passeggiando in Via Roma con il suo monopattino. In quell’occasione era stato accerchiato da una baby gang composta da massimo 5 ragazzi e, nonostante la presenza di numerose persone e turisti, il “branco” dopo aver accerchiato il giovane l’aveva preso a pugni e, dopo avergli rubato il monopattino, i ragazzi sono fuggiti.

Nuovi episodi a Borgo Venezia

In questi giorni le baby gang sono “tornate all’attacco” e sono numerosi i giovani preoccupati. L’attenzione si è spostata a Borgo Venezia e nello specifico a Santa Croce dove si sono verificati degli episodi di bullismo, un ragazzino ha minacciato dei coetanei a scuola con un coltellino.

Un altro giovane invece è stato accerchiato da dei ragazzini di 14 anni che l’hanno minacciato e pretendevano di ricevere dei soldi da lui. Per riuscire a bloccare questo fenomeno però sono necessarie le denunce, purtroppo sono pochi i ragazzi che hanno denunciato di aver subito degli atti di bullismo.

Con le denunce le Forze dell’Ordine possono avere degli elementi in più per riuscire a effettuare delle indagini e individuare le baby gang o comunque i ragazzini violenti. Spesso i genitori o i ragazzi non denunciano l’accaduto per timore di ritorsioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter