Cronaca
Indagini

“Carol hai trovato casa? Quando arrivi a Verona?”: quella telefonata scatenò la rabbia omicida di Fontana

La ragazza nelle ultime settimane di vita stava cercando casa a Verona per poter stare vicina al suo amato bambino di 6 anni.

“Carol hai trovato casa? Quando arrivi a Verona?”: quella telefonata scatenò la rabbia omicida di Fontana
Cronaca Legnago e bassa, 21 Aprile 2022 ore 12:00

Emergono altri dettagli sull’omicidio di Carol Maltesi, a scatenare la rabbia omicida di Fontana è stata una telefonata che la giovane ha ricevuto dall’ex compagno.

“Carol hai trovato casa? Quando arrivi a Verona?”

Proseguono le indagini sull’omicidio di Carol Maltesi, 26enne italo olandese che è stata uccisa e fatta a pezzi da Davide Fontana, il vicino di casa che poi l’ha nascosta nei sacchi di nylon e abbandonata in un dirupo sui monti della brasciana Valcamonica.

La ragazza nelle ultime settimane di vita stava cercando casa a Verona dove voleva trasferirsi lasciando Rescaldina, nel milanese, per poter stare vicina al suo amato bambino di 6 anni che vive in un Comune della Bassa Veronese assieme al papà, l’ex compagno di Carol.

LEGGI ANCHE:

Shade e gli amici di Carol Maltesi lanciano una raccolta fondi per aiutare il figlio della 26enne

Il gip Stefano Colombo ha rinnovato la custodia cautelare del bancario Davide Fontana dato che è emerso che, a scatenare la follia omicida è stata una telefonata.

Nella mattina del 10 gennaio 2022, Carol Maltesi era a casa assieme a Davide Fontana e stavano girando insieme un video per adulti quando all’improvviso lei ha ricevuto una telefonata dall’ex fidanzato. Lei risponde, l’ex voleva sapere se aveva trovato una casa a Verona e se sapeva all’incirca quando pensava di trasferirsi nella città Scaligera per stare vicino al bambino.

Nemmeno il tempo di riagganciare che Carol viene colpita più volte con un martello da Fontana. Una folle gelosia la sua. Non voleva che la 26enne, con cui un tempo aveva avuto una relazione, le “sfuggisse di mano” e tornasse a vivere in provincia di Verona.

Manca il nullaosta

Per ora non è ancora stata definita una data per i funerali di Carol Maltesi, nel frattempo il papà Fabio Maltesi ha lanciato una raccolta fondi per dare alla figlia un funerale degno. Il padre ha spiegato:

"L'offerta di donazione e libera, anche minima, avrebbe tanto valore simbolico per noi ma anche per tutti quelli che amavano Carol e verrebbe apprezzato enormemente"

Come donare: "Causale contributo funerale Carol Angie Deborah Maltesi Conto: Fabio Angelo Roberto Maltesi IBAN: ES72 0073 0100 5406 5114 0957".

Per aiutare il bimbo di 6 anni invece, Shade assieme a Juan e Ginevra, colleghi e amici di Carol, hanno avviato una raccolta fondi su Gofundme che in una settimanaa ha permesso di raccogliere 5mila euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter