Cronaca
Vigasio

"Ho il Coronavirus", 54enne semina il panico al supermercato

L'uomo perfettamente sano è stato anche denunciato per "procurato allarme presso l'Autorità"

Cronaca Villafranca, 16 Marzo 2020 ore 15:22

"Ho il Coronavirus", un uomo ha seminato il panico all'Eurospin di Vigasio.

"Ho il Coronavirus", 54enne semina il panico al supermercato

Nel pomeriggio di domenica 15 marzo 2020, i Carabinieri della Stazione di Vigasio hanno tratto in arresto un cittadino italiano (M.M., classe '65), poiché responsabile dei reati di "resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale". Durante il servizio perlustrativo, i militari dell'Arma sono prontamente intervenuti in via Trevenzuolo, presso il supermercato "Eurospin", poiché personale della protezione civile aveva segnalato un avventore in stato di agitazione, che si era già scagliato nei loro confronti. L'uomo aveva letteralmente seminato il panico tra i clienti del supermercato, dichiarando di essere positivo al Covid-19. Una volta giunti sul posto, i Carabinieri hanno tentato di tranquillizzare tutti i presenti, ma l'uomo ha intrapreso una viva resistenza anche nei loro confronti, spingendoli più volte.

L'arresto

Quando sono riusciti a bloccarlo definitivamente, lo hanno quindi tratto in arresto. Successivamente è stato accompagnato presso la Compagnia Carabinieri di Villafranca, per sottoporlo agli atti di rito e al foto-segnalamento. E' stato altresì verificato, con l'ausilio del personale medico, che l'uomo non fosse effettivamente affetto dal Coronavirus: per questa ragione, essendo in ottimo stato di salute, è stato anche denunciato per "procurato allarme presso l'Autorità". Al termine delle procedure è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo che è avvenuto nella mattinata odierna di fronte all'A.G. veronese che ha convalidato l'arresto.

LEGGI ANCHE: È morto il 55enne di Oppeano che aveva contratto il Coronavirus

LEGGI ANCHE: Primi 5 contagi da Coronavirus a San Bonifacio, al Fracastoro i primi 2 ricoverati

Torna alla home

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter