Cronaca
Casi in aumento

Influenza aviaria: i focolai in provincia di Verona salgono a dieci, l'ultimo ad Angiari

Aumentano i casi di influenza aviaria in questi giorni dopo i primi registrati a Ronco all'Adige a fine ottobre.

Influenza aviaria: i focolai in provincia di Verona salgono a dieci, l'ultimo ad Angiari
Cronaca Legnago e bassa, 08 Novembre 2021 ore 09:06

Nuovi focolai di influenza aviaria H5N1 ad alta patogenicità in provincia di Verona, salgono a 10.

Influenza aviaria

Aumentano i casi di influenza aviaria in questi giorni. Si sono registrati altri quattro casi che portano il totale dei focolai in provincia di Verona a dieci: in un allevamento di tacchini ad Angiari, ancora in un allevamento a Ronco all’Adige e in due allevamenti di tacchini da carne a San Bonifacio.

La prima segnalazione era stata effettuata venerdì 22 ottobre 2021 con l’individuazione di un focolaio di influenza aviaria H5N1 in un allevamento di tacchini a Ronco all’Adige. A distanza di una sola settimana, un altro allevamento di tacchini è stato contagiato dall’influenza aviaria interessando 11mila tacchini.

Martedì 2 novembre 2021 sono stati registrati altri focolai sempre del virus influenzale sottotipo H5N1 in altri due allevamenti di tacchini a Ronco all’Adige e uno invece all’interno di una struttura situata a San Bonifacio.

Seguire le misure di biosicurezza

La Sivemp Veneto (sindacato italiano veterinari medicina pubblica) raccomanda:

“La più scrupolosa e attenta applicazione delle misure di biosicurezza in tutti gli allevamenti avicoli del territorio nazionale e la necessità di segnalare ai servizi veterinari ufficiali qualsiasi sintomatologia sospetta o variazione anche minima dei parametri produttivi degli allevamenti si assicura il continuo aggiornamento sugli sviluppi della situazione epidemiologica”.