Divieto di transito

Mezzi pesanti e incidenti: realizzato il piano per la Sp 37a “dei Ciliegi”

E' stato istituito il divieto di transito ai veicoli, con lunghezza complessiva superiore ai 12 metri.

Mezzi pesanti e incidenti: realizzato il piano per la Sp 37a “dei Ciliegi”
Cronaca San Bonifacio, 18 Febbraio 2021 ore 18:15

E’ stato istituito il divieto di transito ai veicoli, con lunghezza complessiva superiore ai 12 metri, dall’inizio dell’abitato di Cazzano di Tramigna a Illasi, lungo la Sp 37a “dei Ciliegi”.

Posizionamento di 40 cartelli

La Provincia ha infatti terminato il posizionamento di 40 cartelli, a partire dall’incrocio tra la 37a e la Sr 11 a Soave/San Bonifacio, che allertano gli autotrasportatori della nuova ordinanza. I limiti – accordati in più riunioni con le amministrazioni locali di Illasi e Cazzano – si sono resi necessari in seguito a diversi incidenti e perdite di carico avvenuti in passato sull’ultimo tratto della strada in località San Monte, caratterizzato dalla presenza di tornanti a raggio ridotto, una contenuta larghezza della carreggiata e punti con pendenze sensibili.

I cartelli, oltre che all’inizio della provinciale, sono stati posizionati a ogni successiva intersezione stradale. Una deroga è prevista per i mezzi diretti alle attività commerciali di Cazzano, che potranno comunque arrivare fino in centro paese.

Ricordano il divieto di svolta

A Illasi, invece, i cartelli di divieto di svolta sulla provinciale 37a in direzione Cazzano/Soave erano già stati posizionati lo scorso anno, all’interno del piano di segnalamento dedicato alla Sp 10, che ha inizio dall’incrocio con la Sr 11 a Colognola ai Colli.

In questo caso, oltre ad avvisare dell’impossibilità per i mezzi superiori ai 12 metri di svoltare sulla 37a, le indicazioni ripetute lungo il tragitto ricordano il divieto di svolta, più a nord, sulla Sp 13 in direzione di Velo e l’obbligo, comunque, di fermarsi a Selva di Progno.

Il tutto per evitare che, come in passato, alcuni mezzi pesanti diretti per lo più a Roverè – percorrendo il tragitto errato – raggiungano Giazza provocando difficoltà alla circolazione sulle strade locali.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli