Cronaca
Emergenza Covid-19

Partita da San Bonifacio la sanificazione delle strade con i mezzi agricoli

I mezzi agricoli attrezzati di atomizzatori per disinfettare le strade

Partita da San Bonifacio la sanificazione delle strade con i mezzi agricoli
Cronaca San Bonifacio, 18 Marzo 2020 ore 13:46

Partita da San Bonifacio la sanificazione con l'ausilio dei trattori.

Partita da San Bonifacio la sanificazione delle strade con i mezzi agricoli

E’ iniziata da San Bonifacio la sanificazione delle strade a cura dei giovani agricoltori di Coldiretti Verona. Martedì 17 marzo 2020 dalle 20 alle 22, 10 imprenditori agricoli hanno utilizzato i loro mezzi agricoli attrezzati di atomizzatori per disinfettare le strade del paese con un prodotto specifico fornito dall’Amministrazione comunale. Si tratta di una iniziativa concordata con la Protezione Civile e resa immediatamente operativa dopo l’annuncio del governatore del Veneto Luca Zaia.

Raggiunte anche le aree interne più difficili

Alex Vantini, delegato regionale e provinciale di Giovani Impresa Coldiretti ha affermato:

“I trattori possono operare nelle città e nei paesi riuscendo a raggiungere anche le aree più interne e difficili dove i mezzi industriali sono in difficoltà per le ridotte dimensioni delle carreggiate e per le pendenze dei tracciati stradali. E’ un intervento, a titolo gratuito, spinto dal senso di responsabilità dei giovani agricoltori nei confronti della popolazione per offrire, in questo difficile momento di emergenza, il loro impegno, così come stanno operando le migliaia di imprenditori agricoli del territorio scaligero che garantiscono continuità di forniture alimentari nonostante le difficoltà”.

Altre Amministrazioni comunali hanno espresso interesse per l’intervento di sanificazione delle strade da parte dei mezzi agricoli.

LEGGI ANCHE: È morto il cittadino di Gazzo che era stato contagiato per primo. Negrini: “Vi supplico, state a casa”

LEGGI ANCHE: L’ospedale di Villafranca sarà esclusivamente dedicato ai casi di Covid-19

Torna alla home