Verona

Prosegue lo stop alcolici per strada dopo la mezzanotte, Sboarina: “Pronti a intervenire se aumentano i contagi” VIDEO

Sboarina: "Oggettivamente l’uso delle mascherine tra i giovani è diventato un optional".

Verona Città, 14 Agosto 2020 ore 14:56

Il punto della situazione.

Massima allerta

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, nella giornata di oggi, venerdì 14 agosto 2020, ha fatto il punto della situazione sulla pandemia essendo la vigilia di Ferragosto. Il Covid-19 non è scomparso nel nostro territorio e i dati di questi giorni, che rilevano 1611 isolati tra Verona e provincia, ci portano ai livelli dei primi di maggio. Mentre nei mesi di giugno e luglio i nuovi contagi sono rimasti pari a zero, ora i numeri hanno ripreso a crescere in modo preoccupante. Sboarina ha puntualizzato:

E’ chiaro che il numero dei contagi è sensibilmente aumentato nella Provincia di Verona rispetto ai giorni scorsi. Se andiamo a ritroso possiamo dire che ora siamo tornati ai numeri di inizio maggio più o meno. Abbiamo visto che all’iterno di questi numeri ci sono i contagi da rientro dalle zone in cui tanti concittadini sono andati in vacanza. Andando nei paesi dove la pandemia si sente ancora fortemente, rientrando si sono contagiati”.

L’invito alla responsabilità

Il sindaco ha deciso di invitare tutti i cittadini ad essere responsabili e rispettare le norme anti contagio da Covid. Sboarina ha proseguito:

“Faccio un invito alla responsabilità personale, in base all’ultima ordinanza coloro che rientrano da Spagna, Grecia, Malta e Croazia, quando rientrano devono comunicarlo all’Ulss 9 Scaligera per sottoporsi al test gratuito e, finché non arriva il risultato devono rimanere a casa. Ricordo che da questi paesi la maggior parte delle persone rientrano in auto, quindi la responsabilità personale, al di là delle sanzioni se non si segue protocollo, è maggiore. Un forte invito è alla responsabilità personale”.

Un appello ai giovani

Si torna a parlare dei giovani e dell’importanza dell’utilizzo della mascherina. A tal prroposito il primo cittadino ha affermato:

Oggettivamente l’uso delle mascherine tra i giovani è diventato un optional. Spesso vedo che non vengono usate. Abbiamo detto e lo ripeto che ci sono delle buone pratiche, delle abitudini che avevamo acquisito e non dobbiamo avere la memoria corta, se si pensa ai mesi scorsi sembrano passati anni e che la cosa non ci riguarda più ma on è così. E’ necessario l’uso delle mascherine nei luoghi chiusi e quando si creano gruppi di persone di passaggio nei luoghi all’aperto. Ricordo ai ragazzi che è molto importante usare la mascherina, se ne vedono ancora troppi senza”.

Prorogata l’ordinanza

Sboarina ha reso noto inoltre che prorogherà l’ordinanza che è in scadenza al 16 agosto 2020 che prevede che non si possano bere bevande alcoliche al di fuori dei locali o dei plateatici dopo la mezzanotte. Questo per evitare che si creino assembramenti e quindi aumentino i contagi.

La situazione dev’essere controllata

Sboarina ha concluso:

Faccio un appello a tutti nel rispetto delle ordinanze. Mi sento ogni giorno con il direttore generale dell’Ulss9 Scaligera, Pietro Girardi e con il Prefetto, Donato Cafagna. Siamo d’accordo che la situazione dev’essere controllata. E’ giusto andare in vacanza, frequentare i locali e divertirsi ma lo si deve fare con responsabilità e seguendo le norme in vigore, evitare gli assembramenti, igienizzare le mani e indossare la mascherina. Se dovesse esserci una crescita considerevole di casi di contagio, sono sempre pronto e vigile per intervenire un attimo prima”.

LEGGI ANCHE: Rientri dall’estero: come contattare l’Ulss 9 se fai parte delle categorie interessate dall’ordinanza

TI POTREBBE INTERESSARE: Nuova ordinanza Zaia: obbligo tampone per chi arriva dall’estero, ecco le categorie interessate

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità