Cronaca
Emergenza Coronavirus

Riattivazione ospedale di Isola della Scala, al via il recupero dell'ala Nord

L'ospedale sarà attivato entro pochissimi giorni, forse già martedì 17 marzo.

Riattivazione ospedale di Isola della Scala, al via il recupero dell'ala Nord
Cronaca Legnago e bassa, 16 Marzo 2020 ore 12:13

Riattivazione ospedale di Isola della Scala, numerose le forze messe in campo per ultimare i lavori il prima possibile.

Riattivazione ospedale di Isola della Scala, al via il recupero dell'ala Nord

Il sindaco di Isola della Scala, Stefano Canazza è attivo in prima linea per verificare e dare il proprio supporto sull'avanzamento dei lavori per la riattivazione dell'ospedale di Isola della Scala. le forze sono all'opera per la sistemazione della struttura. Il recupero riguarda quasi tutta l'intera ala a nord, la più recente, per intenderci. Nella grande operazione, il sindaco durante il report ha reso noto che sono coinvolti i tecnici dell'Aulss 9 Scaligera, la Protezione Civile, idralulici, impiantisti, muratori e rifinitori, manutentori, non manca anche il supporto di sorveglianza degli accessi a cura del nucleo Isolano dei Carabinieri in congedo.

Canazza ha inoltre aggiunto:

"Ho ricevuto il Direttore Sanitario dell'Aulss 9 Scaligera, dottoressa Denise Signorelli, in sopralluogo per la Dirigenza Sanitaria. Ho ricevuto la visita dell'ingegnere Nicola Dell'Acqua, dirigente delle Protezione Civile della Regione Veneto, in sopralluogo per la verifica dello stato di avanzamento lavori e per un saluto alle Maestranze. Il Gruppo Alpini di Isola della Scala si è curato della fornitura degli alimenti a tutti i volontari; Ente Fiera in ausilio con le bevande. Sono arrivati i materassi e gli accessori, il primo reparto è quasi pronto. Tutti i servizi storici (diagnostica ambulatoriale e altri) continuano regolarmente negli spazi consueti. Non vi sarà nessun contatto con i nuovi reparti in allestimento. La struttura opererà nella massima sicurezza; è garantita totale attenzione e prudenza; nessun rischio di propagazione del virus".

Prosegue il controllo sul territorio

Non mancano i controlli sul territorio effettuato con il supporto della Polizia Locale tra le vie, le piazze e i parchi del paese. A tal proposito, il sindaco Stefano Canazza ha affermato:

"La Polizia Locale ha fermato alcune persone, registrato le generalità, consegnato il modello per l'autocertificazione, richiesta la motivazione, diffidato a stare in casa. Fidiamoci solo delle Comunicazioni Ufficiali. Rispetto alle informazioni in circolazione sull'Ospedale e su tutta l'attività in atto da 20 giorni, assumo le informazioni in prima persona, sono tempestivamente informato su tutto e divulgo nel rispetto delle direttive impartite dalla Protezione Civile Regionale (direttamente collegata con il Presidente Luca Zaia) e dalla Direzione Generale dell'Aulss. Rimango a disposizione di tutti i cittadini, raccomando a tutti l'attenzione nelle gestione delle notizie e nella segnalazione delle urgenze, al fine di consentirmi di intervenire o far intervenire le forze in modo efficace. L'ospedale sarà attivato entro pochissimi giorni, forse già martedì 17 marzo.  Ad oggi, ancora confermato il rapporto: nessun caso accertato di contagio. Se continueremo con le buone prassi, avremo fatto il meglio per contenere lo sviluppo del virus. Rivolgiamo il nostro pensiero al Personale Medico, Paramedico ed Ausiliario di ogni struttura sanitaria Italiana, rinnovando ogni giorno il sentito ringraziamento per tutto ed impegnandoci, anche in segno di riconoscenza, a farci carico della nostra semplice parte di impegno: stiamo in casa".

LEGGI ANCHE: È morto il 55enne di Oppeano che aveva contratto il Coronavirus

LEGGI ANCHE: Primi 5 contagi da Coronavirus a San Bonifacio, al Fracastoro i primi 2 ricoverati

Torna alla home