Cronaca
Decisione meditata

Ristorante Perbellini di Isola Rizza chiude. "Il Coronavirus ha anticipato i tempi"

Chiude dopo 30 anni di attività, aveva la prestigiosa stella Michelin

Ristorante Perbellini di Isola Rizza chiude. "Il Coronavirus ha anticipato i tempi"
Cronaca Legnago e bassa, 18 Marzo 2020 ore 17:12

Ristorante Perbellini di Isola Rizza chiude dopo ben 30 anni di attività, noto per aver guadagnato la prestigiosa stella Michelin.

Ristorante Perbellini di Isola Rizza chiude. "Il Coronavirus ha anticipato i tempi"

Un post su Facebook, pubblicato oggi, mercoledì 18 marzo 2020, che squarcia una bacheca ricca di foto gustose, eventi per i propri clienti, piatti che si possono letteralmente mangiare con gli occhi. Il Ristorante Perbellini di Isola Rizza ha dato così la notizia della sua chiusura dopo 30 anni di attività:

"Marzo 2020: il RistorantePerbellini saluta tutti coloro che nei 30 anni di storia lo hanno accompagnato. Gli ultimi anni mi hanno regalato grandi soddisfazioni e di questo devo ringraziare tutti coloro che mi hanno affiancato professionalmente e umanamente.  La decisione di chiudere è stata presa qualche tempo fa per motivi professionali e non, la crisi legata al Coronavirus ha solo anticipato i tempi per ovvii motivi.  Un pezzo del mio cuore piange 30 di vita, ma i cambiamenti a volte arrivano per regalarci nuovi entusiasmi.  Colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che nel tempo ci hanno seguito e voluto bene, con l’augurio di rivederci presto!
Paola"

Ha conservato gelosemente la stella Michelin

L'annuncio di Paola Secchi, storica patron del ristorante con una stella Michelin ha quindi dato questo annuncio che ha portato sconforto a tutti i fedeli clienti e non solo. Numerosi i riconoscimenti e apprezzamenti come si può leggere nella Guida Michelin 2019, Via Michelin che affermava:

"Una collocazione inaspettata, in zona commerciale e accanto all’omonima pasticceria, rivela un ristorante elegante, gestito in maniera encomiabile e soprattutto dall’ottima cucina estrosa, talvolta elaborata, con una passione per le cotture allo spiedo e le erbe aromatiche.

Una stella Michelin: una cucina di grande qualità.
Merita la tappa!
Prodotti di prima qualità, finezza nelle preparazioni, sapori distinti, costanza nella realizzazione dei piatti".

Nella Guida dell'Espresso, allinterno del libro "Ristoranti d'Italia 2018", veniva invece elogiato il lavoro dello staff:

"Venticinque anni abbracciano la storia di questo ristorante, ormai icona indelebile anche fuori provincia. Una storia di continuità solide nelle idee, nello stile e nelle scelte dei cambiamenti.

… Dirige il tutto l’instancabile ed elegante Paola Secchi affiancata dai giovani e preparati collaboratori guidati dal dolomitico Francesco Baldissarutti, cuoco dalla irrefrenabile passione per le materie prime di alta qualità e per le erbe spontanee. Dall’accoglienza fino all’offerta al tavolo ogni gesto è all’insegna di elegante professionalità…"

LEGGI ANCHE: È morto il cittadino di Gazzo che era stato contagiato per primo. Negrini: “Vi supplico, state a casa”

LEGGI ANCHE: L’ospedale di Villafranca sarà esclusivamente dedicato ai casi di Covid-19

Torna alla home