Cronaca
La sentenza

Tragedia ragazzi uccisi Salò: condannati i due turisti tedeschi

L'accusa è di omicidio e naufragio colposo.

Tragedia ragazzi uccisi Salò: condannati i due turisti tedeschi
Cronaca Garda, 21 Marzo 2022 ore 11:34

Pronunciata la sentenza a carico dei due turisti tedeschi a bordo del Riva Aquarama.

Tragedia ragazzi uccisi Salò

Il tribunale di Brescia ha condannato a 4 anni e 6 mesi Patrick Kassen e a 2 anni e 11 mesi Christian Teismann, i due tedeschi che nella notte tra sabato 19 e domenica 20 giugno si trovavano a bordo del potente Riva Aquarama, imbarcazione che travolse il gozzo in legno sul quale si trovavano Greta (25 anni) e Umberto (36 anni).

Grazie al video delle telecamere di sorveglianza del rimessaggio si sono potute avvalorare le dichiarazioni delle persone che avevano notato che i due turisti tedeschi erano ubriachi. Aveva destato scalpore quella sequenza breve che in pochi secondi ha lasciato pochi dubbi sulla possibilità che almeno uno dei due turisti tedeschi fosse ubriaco nella sera del 19 giugno 2021.

Nella mattina, lunedì 14 febbraio 2022, durante il processo il consulente ingegner Gronda ha evidenziato come i risultati emersi in merito  alla velocità (così come quelli relativi alla rotta ed alla posizione) e raccolti dai consulenti del pm risultino essere "Inaccettabili". Secondo Gronda, inoltre, il gozzo in legno sul quale si trovavano i due giovani non avrebbe rispettato le regole previste per la navigazione sul Garda.

La sentenza

Nell'ultima sentenza il tribunale di Brescia ha condannato i due tedeschi, l'accusa è di omicidio colposo e naufragio colposo, non di omissione di soccorso in quanto non costituisce reato. Una pena inferiore rispetto a quella chiesta dal pm: quest'ultimo infatti aveva chiesto la condanna a 6 anni e mezzo per Kassen e a 4 anni e due mesi per Teismann con accusa di omicidio colposo, naufragio e omissione di soccorso.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter