Menu
Cerca
Verona

Borsa di studio “Simonetta Perazzoli”: premiati due giovani assistenti sociali

La pandemia ha ulteriormente evidenziato l’importanza del ruolo che gli assistenti sociali a servizio della comunità.

Borsa di studio “Simonetta Perazzoli”: premiati due giovani assistenti sociali
Attualità Verona Città, 22 Aprile 2021 ore 12:28

Giovani, ma molto determinati e soprattutto consapevoli di cosa significa oggi diventare assistente sociale. Una professione che, seppur l’abbiano sperimentata solo attraverso gli studi e il tirocinio, li ha già gratificati, in quanto vincitori della borsa di studio in memoria di Simonetta Perazzoli.

Borsa di studio “Simonetta Perazzoli”

Gli studenti meritevoli sono Thomas Zumerle e Ilaria Savoia, entrambi laureati in Servizio Sociale all’Università di Verona nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 30 settembre 2019, e premiati per la migliore tesi di laurea su tematiche inerenti le politiche di contrasto alla povertà e all’emarginazione.

Un riconoscimento istituito dall’Amministrazione in memoria dell’assistente sociale del Comune Simonetta Perazzoli, prematuramente scomparsa nel 2011, per valorizzare le competenze degli studenti che si apprestano ad intraprendere la professione di assistente sociale.

Borsa di studio, del valore di 1.500 euro

La borsa di studio, del valore di 1.500 euro, è stata assegnata a Thomas Zumerle per la tesi ‘Cronicità: esplorazione di un concetto nell’ambito sociale’; un riconoscimento è andato anche alla tesi di Ilaria Savoia, seconda classificata, che ha affrontato il tema ‘Resilienza come approccio nel sociale e nella vita’.

I premi sono stati consegnati in municipio dalla presidente della Commissione sociale Maria Fiore Adami; presenti il direttore del Corso di Laurea in Servizio sociale dell’Università di Verona Sandro Stanzani, gli studenti premiati e i familiari di Simonetta Perazzoli. Adami ha affermato:

La pandemia ha ulteriormente evidenziato l’importanza del ruolo che gli assistenti sociali a servizio della comunità. Una professione che richiede grande sensibilità, capacità di ascolto e condivisione, oltre ad un’adeguata preparazione. Le tesi di questi ragazzi offrono spunti interessanti anche per l’Amministrazione, chiamata ad affrontare sempre nuove sfide e soprattutto a dare risposte concrete ai cittadini, come accaduto nell’emergenza sanitaria”.

2 foto Sfoglia la gallery