Menu
Cerca
Appuntamenti

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 29 e 30 maggio 2021

Un'ampia selezione di appuntamenti da non perdere per il weekend in arrivo.

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 29 e 30 maggio 2021
Eventi Verona Città, 28 Maggio 2021 ore 11:15

Numerosi gli appuntamenti da non perdere in questo weend del 29 e 30 maggio 2021 a Verona e in provincia.

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 29 e 30 maggio 2021

Se siete ancora indecisi sul cosa fare questo weekend, a Verona ci sono numerose opportunità.

Mercato coperto di Campagna Amica

Vi aspetta il Mercato coperto di Campagna Amica di Verona in centro città, organizzato dagli agricoltori di Coldiretti. Prodotti freschi e di stagione, il meglio dell’agricoltura veronese, ma anche esperienze dirette attraverso laboratori per grandi e bambini, assaggi guidati dai produttori, lezioni per le scuole ed esperimenti del gusto nel quartiere Filippini, in via Macello 5/a, a pochi passi da piazza Bra.

Il Mercato sarà aperto tutti i sabati e le domeniche dalle 8.30 alle 13.

Mura Festival 2021 - street food gourmet

Esplosione di sapori alla second aedizione del Mura Festival, ideato e promosso dal Comune di Verona, nei quartieri di San Zeno, Veronetta, Borgo Trento e Torricelle, nel contesto della cinta magistrale, patrimonio dell’Unesco.
Attiva anche quest’anno, al Bastione San Bernardino in circonvallazione Maroncelli, l’area Street Food Gourmet sotto le stelle. Un viaggio alla scoperta dei migliori piatti della tradizione di strada, con prodotti ricercati e di qualità, in collaborazione con Cucine a Motore.

La miglior selezione di piatti serviti da veri e propri ristoranti su ruote, capaci di dare un tocco gourmet e di qualità al cibo di strada.
Ogni settimana un menu differente a pronto a deliziare anche i palati più sopraffini.

Questa settimana è proposto un viaggio da Nord a Sud, che porta con sé le specialità culinarie della penisola: dalla Romagna arriva La Piada Romagnola che propone l’unica ed originale piadina con ingredienti rigorosamente DOP.

Dall’Emilia arrivano invece le tigelle e gli gnocchi fritti di La Tigellaia Matta. Non mancheranno anche quest’anno le specialità abruzzesi di Abruzzo on The Road, con arrosticini, formaggio fritto, pallotte cacio e ove e polpettine di melanzane.

Agli amanti del pesce, ci pensa Fish and Chic by Albino Pesce, che dal 1950 prepara piatti di pesce fritto di lago e di mare con amore e dedizione.

Dall’Italia si vola ad Est con gli autentici sapori della lontana cucina asiatica con Firenzen Asian Street Food in cui poter provare: i ravioli al vapore, i Gua Bao (tipico panino cinese), le poké bowl, i Takoyaki (le polpettine di polipo), il Pad Thai e molto altro ancora. Ultimo ma non per importanza, direttamente dal Venezuela arrivano i piatti caraibici di La Reina Pepiada, rigorosamente gluten free. Specialità della casa: la yuca fritta.

L’area food, wine and drink è sabato e domenica dalle ore 11 alle ore 23.

Mostra diffusa e una mappa dei luoghi danteschi in città

Una mostra diffusa tra piazze e monumenti, chiese, palazzi e biblioteche, con una mappa d’autore che guida il visitatore e segnaletiche ed app specifiche che lo supportano nel percorso.

Si parte con i luoghi di Dante: da piazza dei Signori a Palazzo della Ragione – sede della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, che ospita due esposizioni: La mano che crea. La galleria pubblica di Ugo Zannoni (fino al 3 ottobre) e Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona (11 giugno–3 ottobre) – per proseguire con Palazzo del Capitanio; Palazzo della Provincia; le Arche Scaligere; San Zeno Maggiore; Sant’Elena, dove Dante recitò pubblicamente la Questio de aqua et terra; la Biblioteca Capitolare, la più antica del mondo occidentale, sede LaMeDan (Laboratorio di Studi Medievali e Danteschi dell’Università di Verona).

Si prosegue con tre chiese: Sant’Anastasia, San Fermo Maggiore e Sant’Eufemia. Per passare ai luoghi legati ai discendenti del Poeta: piazza delle Erbe; Palazzo Bevilacqua; San Michele Arcangelo a San Michele Extra; Palazzo Serego Alighieri e Villa Serego Alighieri.

L’ultima parte del percorso è una passeggiata tra i luoghi della tradizione dantesca: Palazzo Marogna; Ponte di Veja; Casa di Romeo e Casa di Giulietta; Castelvecchio, oggi sede museale che accoglie la mostra Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur (fino al 3 ottobre).

Appuntamenti gratuti con prenotazione obbligatoria da effettuare entro il giorno precedente. Maggiori informazioni QUI

Versus + Ecosofia: mostra alla Fonderia 20.9 

In occasione dell’evento dedicato alla proiezione del progetto Versus, Fonderia 20.9 propone, dall’8 maggio al 4 giugno 2021, negli spazi della galleria, in collaborazione con la sezione Botanica del Museo di Storia Naturale di Verona “Versus+Ecosofia”, una mostra o meglio una riflessione in dialogo con il tema di ecologia e coesistenza, concentrandosi, nello specifico, sugli effetti che un ambiente antropizzato può causare alle piante e agli habitat naturali. A partire dalle riproduzioni dell’erbario del museo, si sviluppa un percorso critico sul tema dell’Antropocene e più in particolare sul ruolo dei diversi soggetti nelle pratiche ecologiche.

Versus è un progetto di curatela collettiva nato per affrontare il tema dell’ecologia e della coesistenza attraverso la creazione di una proiezione coinvolgente progetti di sedici fotografi internazionali. Nato da un idea di Valerie della galleria L’aberrante (Chevenne) coinvolge i team curatoriali di Corpo Opaco (Montpellier), L’image a venir (Bruxelles) e Fonderia 20.9 a Verona. Sabato 8 maggio 2021 apertura dalle 9 alle 13.

Castelvecchio – dipinto “Cristo benedicente coronato di spine”

Fino al 3 ottobre, in sala Boggian, la mostra ‘Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur’, curata da Francesca Rossi, Daniela Brunelli, Donatella Boni. Fino al 3 ottobre, il pubblico potrà ammirare le quarantuno acqueforti e acquetinte che l’artista americano Michael Mazur, scomparso nel 2009, produsse, ispirandosi alla prima cantica della Divina Commedia, per comporre il libro d’artista ‘‘Michael Mazur. Etchings. L’Inferno. Dante’.

Al secondo piano della Reggia di Castelvecchio, il Polittico detto di San Luca, capolavoro rinascimentale di intagliatore veronese acquisito nell’estate del 2020 dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, ed assegnato ai Musei Civici veronesi per la sua esposizione. E, ancora, il dipinto “Cristo benedicente coronato di spine’, opera su tavola, databile tra la fine del XV secolo e l’inizio del XVI secolo, donata ai Musei veronesi dai fratelli Paolo, Margherita ed Eleonora Mezzelani.

Visibile inoltre, il nuovo allestimento della Galleria Dipinti dedicata alla pittura veneta, con opere di Paolo Veronese, Jacopo Tintoretto e Giulio Licinio.

Castelvecchio – ritratto del giovane Mozart

In una esposizione esclusiva tutta veronese, è visibile al pubblico il celebre dipintoRitratto del giovane W.A. Mozart all’età di 13 anni, opera su tela attribuita al pittore veronese Giambettino Cignaroli, che fu realizzata nel 1770 in occasione dei soggiorni italiani e veronesi del compositore.

Il ritratto del giovane musicista è stato collocato nella Galleria delle Sculture al Museo di Castelvecchio, di fronte alla statua di Santa Cecilia, patrona della Musica, nell’ambito della rassegna Ospiti fuori dal Comune.

Le visite guidate sono gratuite e vanno prenotate alla Segreteria didattica dei Musei del Comune di Verona – Cooperativa Le Macchine Celibi, il lunedì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16 e il sabato dalle 9 alle 13, ai numeri 045 8036353 – 045 597140 o alla mail segreteriadidattica@comune.verona.it.

Galleria d’Arte Moderna

Fino al 31 dicembre 2021 visibile la mostra “La mano che crea. La galleria pubblica di Ugo Zannoni (1836-1919) scultore, collezionista e mecenate”.

Casa di Giulietta

Donazione dell’imprenditore veronese Giuseppe Manni, già presidente degli Amici dei Musei Civici, è visibile, in un rinnovato percorso espositivo, l’opera di Pietro Roi ‘Giulietta. Entrato a far parte delle collezioni Civiche, il quadrò potrà essere finalmente ammirato dal pubblico nella sua esposizione permanente alla Casa di Giulietta.


Castelnuovo del Garda- Sea Life Gardaland

Dal 29 maggio 2021 sarà possibile immergersi nelle suggestive atmosfere di Gardaland SEA LIFE Aquarium, l’Acquario tematizzato che offre un viaggio alla scoperta delle più belle creature che popolano le acque dolci e salate dell’intero pianeta, dal Lago di Garda fino alle profondità oceaniche. Due le novità, la nuova sala “Oceano Interattivo”, dove i bambini potranno disegnare i loro pesci preferiti che prenderanno vita in uno schermo tridimensionale e “A un passo dai Leoni Marini”, un’area esterna completamente rinnovata dove si potranno ammirare i simpatici animali ancor più da vicino. Anche a Gardaland SEA LIFE Aquarium – che sarà aperto tutti i giorni dalle 14 alle 18 – verrà applicato il protocollo di sicurezza di Gardaland.

Bardolino - Palio del Chiaretto

Il 29 e 30 maggio 2021 e il 2 giugno 2021 il lungolago di Bardolino si colorerà di rosa con il Palio del Chiaretto di Bardolino: undici punti dedicati alla vendita e alla degustazione del Bardolino Chiaretto Classico Doc e Spumante Doc, gestiti direttamente dalle aziende produttrici della zona classica “La Rocca”.

Villafranca di Verona - Museo Nicolis

Da questa settimana il museo di proprietà della famiglia Nicolis accoglierà i visitatori italiani ed internazionali con l’entusiasmo e la creatività che da sempre lo distingue, dopo il lungo periodo di chiusura a causa della pandemia. La riapertura è prevista per domenica 30 maggio 2021 dalle 10 alle 18.

Bussolengo – Parco Natura Viva

Il Parco Natura Viva, moderno Parco Zoologico a Bussolengo, importante centro di tutela per le specie minacciate vi aspetta sabato e domenica dalle 9 alle 18 nella sezione “Faunistico” mentre dalle 9.30 alle 16 nella sezione “Safari”. Ad accogliere i visitatori ci sarà anche il piccolo avvoltoio reale indiano ultimo nato, ancora sul nido accudito da mamma e papà. Tra i numerosi animali bellissimi, potrete ammirare i fenicotteri rosa, il giovane bisonte europeo arrivato da poco al Parco, il piccolo canguro grigio orientale e anche i simpaticissimi tre tigrotti siberiani.

Pescantina – Aquardens

Dopo una lunga attesa è possibile tornare nuovamente da Aquardens, un parco di oltre 110mila metri quadrati, 14 vasche e 5200 mq di acqua termale microbiologicamente pura, oltre 200 persone tra dipendenti e collaboratori. Potrete apprezzare la purezza dell’acqua, i rituali in sauna, i trattamenti e massaggi e tutti i servizi dedicati alla persona.

Valeggio sul Mincio – Parco Giardino Sigurtà

Al Parco Giardino Sigurtà sarà possibile scoprire in completa sicurezza nei 600.000 metri quadrati del Parco le varietà tardive dei tulipani, le prime peonie e gli altri tesori botanici e naturalistici del Secondo Parco Più Bello d’Europa.

Tutti i giorni, festivi inclusi, fino a domenica 7 novembre 2021 gli amanti della natura potranno ammirare i prati, i boschi e le fioriture del parco. Per i più piccoli tappe imperdibili sono la fattoria didattica e la Valle dei Daini, mentre per gli adulti una passeggiata sul Grande Tappeto Erboso ristora corpo e mente con le carpe Koi che guizzano nei due Laghetti Fioriti.