Menu
Cerca
Verona

Power Hits Estate 2021 torna all'Arena, sarà un evento live "Covid-free"

L’importante e atteso appuntamento con la musica live che ha il compito di decretare il tormentone dell’estate 2021 si svolgerà in Arena martedì 31 agosto 2021.

Power Hits Estate 2021 torna all'Arena, sarà un evento live "Covid-free"
Eventi Verona Città, 06 Maggio 2021 ore 12:22

E’ confermato, Power Hits Estate 2021 si terrà all’Arena martedì 31 agosto 2021 e sarà un evento “Covid-free”.

Power Hits Estate 2021 torna all'Arena

La conferma ufficiale è stata data oggi, giovedì 6 maggio 2021 in diretta a RTL 102.5 con la presenza del sindaco di Verona, Federico Sboarina. L’importante e atteso appuntamento con la musica live che ha il compito di decretare il tormentone dell’estate 2021 si svolgerà in Arena martedì 31 agosto 2021. Torna nella sua quinta edizione e sarà un evento totalmente “Covid-free”. Cosa vuol dire? A fornire tutti i dettagli c’era Angelo Baiguini, direttore della serata:

“Per fare in modo che la serata sia Covid-free abbiamo pensato di offrire, a chi acquisterà biglietto per partecipare all’evento giunto alla sua quinta stagione, la possibilità di avere un tampone gratuito. Quindi gli spettatori potranno raggiungere Verona in sicurezza, entrare in Arena con un documento che garantisca la non positività al Covid. Poi ricordiamo che arriveremo al 31 agosto con una campagna vaccinale che sarà andata molto avanti, ci auguriamo di avere un Power Hits con 12mila persone”.

LEGGI ANCHE: Corazzari: “Appoggio la richiesta di capienza a 6000 spettatori e durata spettacoli alle 24 in Arena”

Si spera nella capienza

Sulla delicata questione della capienza in Arena, il sindaco Sboarina ha puntualizzato:

“Verona è una città che, come tutte le città d’arte, è stata in difficoltà e ha voglia di uscire dalla difficoltà. Siamo pronti per la riapertura in Arena ? No, siamo prontissimi. Stiamo già montando la platea, la nostra è una città che aspetta il ritorno dei turisti, noi viviamo anche del turismo che è fondamentale. E’ una città che ha voglia di poter ripartire attraverso i suoi simboli: l’Arena, il balcone di Giulietta, i musei e le fiere. La riapertura dell’Arena deve avere però una capienza superiore, la capienza di mille persone e il coprifuoco alle 22 non vanno bene. L’arena può accogliere le 15mila persone, quello che chiediamo da settimane è di arrivare a 6mila persone, abbiamo stilato un protocollo con più di 50 pagine nel dettaglio che fa conto di tutto e tutti in sicurezza. Ricordo che il sindaco è responsabile della salute pubblica, io parlo perché prima ho fatto tutti i controlli di sicurezza al 101% per i cittadini”.

E ha puntualizzato:

“Con la stagione lirica eravamo arrivati a 3500 persone l’anno scorso e non c’erano i vaccini e non abbiamo avuto 1 contagio tra le 70mila persone che sono venute in Arena. Puntiamo ad arrivare almeno a 6mila, grazie alle istituzioni a cui rompo le scatole ogni giorno per raggiungere questo risultato, dobbiamo arrivarci. Il pubblico nell’Arena dà quel qualcosa in più, poi c’è la questione del coprifuoco alle 22, abbiamo proposto almeno 6mila persone e il coprifuoco alle 24, con una proposta concreta: abbiamo un protocollo sanitario che garantisce sicurezza e il biglietto che ha titolo nominativo, può diventare un titolo che dà sicurezza di tornare a casa dall’Arena anche dopo il coprifuoco”.

Ripartenza con “Il Volo”

E’ quasi tutto pronto per accogliere “Il Volo” a giugno con il concerto tributo a Ennio Morricone e il sindaco ha spiegato:

“La prova di ripartenza l’abbiamo fatta l’anno scorso, tutto era prefetto, quest’anno in più abbiamo i vaccini e la campagna vaccinale sta prendendo. L’11 maggio avremo il lancio de ‘Il Volo’ che sarà al 5 giugno poi all’Arena di Verona. L’11 maggio canterà l’Inno all’Arena di Verona che verrà poi trasmesso il 2 giugno. Ci stiamo preparando per arrivare a un giugno con il 19 con la prima della Stagione Lirica col maestro Muti. L’Arena è un simbolo non solo della città ma anche del Paese, all’interno dell’Arena ci saranno i migliori”.

Gianmarco Mazzi, amministratore e direttore artistico dell’Arena ha concluso:

“L’appello che facciamo lo rivolgiamo al Governo, è evidente che c’è una contraddizione paradossale, serve un dialogo con più conoscenza su quello che accade, è un anno e mezzo che soffriamo. Secondo me dire che si apre al pubblico anche per mille persone non va bene con il coprifuoco alle 22. Gli spettacoli all’aperto nascono per la partecipazione del pubblico dopo il tramonto, parlano di cinema all’aperto che ha bisogno di buio completo. Noi proponiamo le 24 per il coprifuoco. Per la capienza noi abbiamo indicato 6mila persone, in un luogo che può contenere 15mila persone. Sulla questione che mi incatenerò all’Arena era una provocazione, molti l’hanno presa sul serio, c’erano artisti disposti a incatenarsi con noi però ho detto loro che canteremo insieme l’Inno d’Italia come segno di riappropriazione del Paese. Se le autorità non ci dovessero ascoltare l’idea di incatenarci può tornare viva”.

Vi ricordate i vincitori del Power Hits Estate 2020?

Alessandra Amoroso e i Boomdabash sono i vincitori del Power Hits Estate 2020 – Gallery