Menu
Cerca
Appuntamenti

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 5 e 6 giugno 2021

Un'ampia selezione di appuntamenti da non perdere per il weekend in arrivo.

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 5 e 6 giugno 2021
Cultura Verona Città, 04 Giugno 2021 ore 10:50

Numerosi gli appuntamenti da non perdere in questo weend del 5 e 6 giugno 2021 a Verona e in provincia.

Cosa fare a Verona e provincia nel weekend del 5 e 6 giugno 2021

Se siete ancora indecisi sul cosa fare questo weekend, a Verona e provincia ci sono numerose opportunità.

Il Volo all'Arena

L’appuntamento è per sabato 5 giugno 2021 quando “Il Volo” aprirà il 2021 dell’Arena di Verona con un esclusivo concerto-evento in onore del maestro Ennio Morricone che verrà trasmesso in diretta su RAI 1 e vedrà la partecipazione speciale del Maestro Andrea Morricone. Il Volo celebrerà il Maestro all’Arena di Verona con "Il Volo – Tributo a Ennio Morricone", ripercorrendo musiche leggendarie in un’atmosfera da sogno, accompagnato dall’orchestra diretta dal maestro Marcello Rota. Questo viaggio emozionante, dentro l’arte e la musica del più geniale compositore del Novecento, farà il giro del mondo, trasmesso negli Stati Uniti dal prestigioso network PBS.


Emma Marrone all'Arena

Emma Marrone sarà all'Arena di Verona per rincontrare il suo pubblico e celebrare insieme i suoi primi 10 anni di carriera. Verranno proposti i suoi più grandi successi e presentando live i brani del suo ultimo disco di inediti “Fortuna”. Appuntamento per domenica 6 e lunedì 7 giugno 2021 alle 21.

Visite guidate in città e Tour delle Mura 

Riprendono le visite guidate alla scoperta della città, organizzate dall'Ufficio di Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comune, gestito da Coopculture. I tradizionali tour della città, proposti in italiano e in inglese, si arricchiscono per la stagione 2021 di un nuovo percorso di visita alla scoperta delle Mura e dei tramonti Unesco.

E' sempre obbligatoria la prenotazione, da effettuare via e-mail all'indirizzo iatverona@comune.verona.it, al numero 045 8068680 o direttamente in ufficio IAT.

Galleria d’Arte Moderna

Fino al 31 dicembre 2021 visibile la mostra “La mano che crea. La galleria pubblica di Ugo Zannoni (1836-1919) scultore, collezionista e mecenate”.

Casa di Giulietta

Donazione dell’imprenditore veronese Giuseppe Manni, già presidente degli Amici dei Musei Civici, è visibile, in un rinnovato percorso espositivo, l’opera di Pietro Roi ‘Giulietta. Entrato a far parte delle collezioni Civiche, il quadrò potrà essere finalmente ammirato dal pubblico nella sua esposizione permanente alla Casa di Giulietta.

Mercato coperto di Campagna Amica

Vi aspetta il Mercato coperto di Campagna Amica di Verona in centro città, organizzato dagli agricoltori di Coldiretti. Prodotti freschi e di stagione, il meglio dell’agricoltura veronese, ma anche esperienze dirette attraverso laboratori per grandi e bambini, assaggi guidati dai produttori, lezioni per le scuole ed esperimenti del gusto nel quartiere Filippini, in via Macello 5/a, a pochi passi da piazza Bra.

Il Mercato sarà aperto tutti i sabati e le domeniche dalle 8.30 alle 13.

Mostra diffusa e una mappa dei luoghi danteschi in città

Una mostra diffusa tra piazze e monumenti, chiese, palazzi e biblioteche, con una mappa d’autore che guida il visitatore e segnaletiche ed app specifiche che lo supportano nel percorso.

Si parte con i luoghi di Dante: da piazza dei Signori a Palazzo della Ragione – sede della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, che ospita due esposizioni: La mano che crea. La galleria pubblica di Ugo Zannoni (fino al 3 ottobre) e Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona (11 giugno–3 ottobre) – per proseguire con Palazzo del Capitanio; Palazzo della Provincia; le Arche Scaligere; San Zeno Maggiore; Sant’Elena, dove Dante recitò pubblicamente la Questio de aqua et terra; la Biblioteca Capitolare, la più antica del mondo occidentale, sede LaMeDan (Laboratorio di Studi Medievali e Danteschi dell’Università di Verona).

Si prosegue con tre chiese: Sant’Anastasia, San Fermo Maggiore e Sant’Eufemia. Per passare ai luoghi legati ai discendenti del Poeta: piazza delle Erbe; Palazzo Bevilacqua; San Michele Arcangelo a San Michele Extra; Palazzo Serego Alighieri e Villa Serego Alighieri.

L’ultima parte del percorso è una passeggiata tra i luoghi della tradizione dantesca: Palazzo Marogna; Ponte di Veja; Casa di Romeo e Casa di Giulietta; Castelvecchio, oggi sede museale che accoglie la mostra Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur (fino al 3 ottobre).

Appuntamenti gratuti con prenotazione obbligatoria da effettuare entro il giorno precedente. Maggiori informazioni QUI

Castelvecchio – dipinto “Cristo benedicente coronato di spine”

Fino al 3 ottobre, in sala Boggian, la mostra ‘Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur’, curata da Francesca Rossi, Daniela Brunelli, Donatella Boni. Fino al 3 ottobre, il pubblico potrà ammirare le quarantuno acqueforti e acquetinte che l’artista americano Michael Mazur, scomparso nel 2009, produsse, ispirandosi alla prima cantica della Divina Commedia, per comporre il libro d’artista ‘‘Michael Mazur. Etchings. L’Inferno. Dante’.

Al secondo piano della Reggia di Castelvecchio, il Polittico detto di San Luca, capolavoro rinascimentale di intagliatore veronese acquisito nell’estate del 2020 dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, ed assegnato ai Musei Civici veronesi per la sua esposizione. E, ancora, il dipinto “Cristo benedicente coronato di spine’, opera su tavola, databile tra la fine del XV secolo e l’inizio del XVI secolo, donata ai Musei veronesi dai fratelli Paolo, Margherita ed Eleonora Mezzelani.

Visibile inoltre, il nuovo allestimento della Galleria Dipinti dedicata alla pittura veneta, con opere di Paolo Veronese, Jacopo Tintoretto e Giulio Licinio.

Castelvecchio – ritratto del giovane Mozart

In una esposizione esclusiva tutta veronese, è visibile al pubblico il celebre dipintoRitratto del giovane W.A. Mozart all’età di 13 anni, opera su tela attribuita al pittore veronese Giambettino Cignaroli, che fu realizzata nel 1770 in occasione dei soggiorni italiani e veronesi del compositore.

Il ritratto del giovane musicista è stato collocato nella Galleria delle Sculture al Museo di Castelvecchio, di fronte alla statua di Santa Cecilia, patrona della Musica, nell’ambito della rassegna Ospiti fuori dal Comune.

Le visite guidate sono gratuite e vanno prenotate alla Segreteria didattica dei Musei del Comune di Verona – Cooperativa Le Macchine Celibi, il lunedì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16 e il sabato dalle 9 alle 13, ai numeri 045 8036353 – 045 597140 o alla mail segreteriadidattica@comune.verona.it.

Fiera di San Marco - San Bonifacio

La Fiera di San Marco non ha voluto perdere l’appuntamento con la primavera e conferma la sua presenza dal 4 al 6 giugno 2021 a San Bonifacio in occasione del Santo Patrono. Confermata l’area espositiva totalmente all’aperto al parcheggio Palù, che ospiterà la mostra – mercato, e lo spazio annesso dedicato allo Street Food e alla diretta di TRV Teleradioveneta. Confermatissimi anche gli spettacoli in piazza Costituzione durante le tre serate, il trenino turistico e anche il mercato straordinario nel centro storico, che si terrà domenica 6 giugno.

Tra le novità ci sarà il maggiore utilizzo degli spazi di via Camporosolo e corso Venezia, con appuntamenti, sia il venerdì che il sabato, dedicati ai più piccoli e alle famiglie. Antichi mestieri e hobbysti saranno i protagonisti delle aree di via Camporosolo che introdurranno il visitatore agli spazi espositivi. I giochi di una volta, invece, animeranno corso Venezia per la gioia dei più piccoli.

Tornerà in piazza Costituzione, venerdì e sabato, lo spettacolo delle fontane danzanti su acqua, che tanto era stato apprezzato lo scorso anno e che presenta una versione tutta nuova accompagnata dalla Danza dal vivo. Nella serata di domenica, poi, show finale col duo comico Franco Rossi & Paolino Boffi.

Castelnuovo del Garda- Sea Life Gardaland

Per un week end in famiglia, sarà possibile immergersi nelle suggestive atmosfere di Gardaland SEA LIFE Aquarium, l’Acquario tematizzato che offre un viaggio alla scoperta delle più belle creature che popolano le acque dolci e salate dell’intero pianeta, dal Lago di Garda fino alle profondità oceaniche. Due le novità, la nuova sala “Oceano Interattivo”, dove i bambini potranno disegnare i loro pesci preferiti che prenderanno vita in uno schermo tridimensionale e “A un passo dai Leoni Marini”, un’area esterna completamente rinnovata dove si potranno ammirare i simpatici animali ancor più da vicino. Anche a Gardaland SEA LIFE Aquarium – che sarà aperto tutti i giorni dalle 14 alle 18 – verrà applicato il protocollo di sicurezza di Gardaland.

Bussolengo – Parco Natura Viva

Il Parco Natura Viva, moderno Parco Zoologico a Bussolengo, importante centro di tutela per le specie minacciate vi aspetta sabato e domenica dalle 9 alle 18 nella sezione “Faunistico” mentre dalle 9.30 alle 16 nella sezione “Safari”. Ad accogliere i visitatori ci sarà anche il piccolo avvoltoio reale indiano ultimo nato, ancora sul nido accudito da mamma e papà. Tra i numerosi animali bellissimi, potrete ammirare i fenicotteri rosa, il giovane bisonte europeo arrivato da poco al Parco, il piccolo canguro grigio orientale e anche i simpaticissimi tre tigrotti siberiani.

Villafranca di Verona - Museo Nicolis

Il museo di proprietà della famiglia Nicolis accoglierà i visitatori italiani ed internazionali con l’entusiasmo e la creatività che da sempre lo distingue, dopo il lungo periodo di chiusura a causa della pandemia. La riapertura è prevista per domenica 30 maggio 2021 dalle 10 alle 18.

Pescantina – Aquardens

Dopo una lunga attesa è possibile tornare nuovamente da Aquardens, un parco di oltre 110mila metri quadrati, 14 vasche e 5200 mq di acqua termale microbiologicamente pura, oltre 200 persone tra dipendenti e collaboratori. Potrete apprezzare la purezza dell’acqua, i rituali in sauna, i trattamenti e massaggi e tutti i servizi dedicati alla persona.

Valeggio sul Mincio – Parco Giardino Sigurtà

Al Parco Giardino Sigurtà sarà possibile scoprire in completa sicurezza nei 600.000 metri quadrati del Parco le varietà tardive dei tulipani, le prime peonie e gli altri tesori botanici e naturalistici del Secondo Parco Più Bello d’Europa.

Tutti i giorni, festivi inclusi, fino a domenica 7 novembre 2021 gli amanti della natura potranno ammirare i prati, i boschi e le fioriture del parco. Per i più piccoli tappe imperdibili sono la fattoria didattica e la Valle dei Daini, mentre per gli adulti una passeggiata sul Grande Tappeto Erboso ristora corpo e mente con le carpe Koi che guizzano nei due Laghetti Fioriti.